Aerostazione dell’aeroporto “Marco Polo” di Venezia (Italia)

La riconversione globale dell’area aeroportuale “Marco Polo” di Venezia è stata programmata da SAVE S.p.A., Società di gestione dell’ Aeroporto, già negli anni ’90 rispondendo al costante aumento dei passeggeri dello scalo. E’ il terzo aeroporto italiano, nel 2012 ha superato 10 milioni di viaggiatori.
Il suo rinnovo ha comportato la realizzazione di numerose e complesse opere: la costruzione della nuova aerostazione con distribuzione dei passeggeri su due livelli, arrivi al piano terra, partenze al piano primo, un sistema totalmente automatizzato, estremamente veloce, per lo smistamento bagagli in partenza, la sistemazione della viabilità di accesso e generale con aumento e ridistribuzione dei parcheggi per autoveicoli, il nuovo assetto air side con implementazione dei piazzali di sosta aeromobili, un nuovo hangar manutenzione aeromobili, nuovo scalo merci, edifici di servizio, il miglioramento dello scambio aria acqua nelle comunicazioni con Venezia, centro storico.

La nuova aerostazione, con una superficie di 53.000 mq coperti, è entrata in funzione nel 2001 e l’unicità della situazione ambientale, che vede l’aeroporto in diretto contatto visivo con lo “skyline” di Venezia, ha imposto una particolare attenzione nella scelta degli elementi architettonici e l’uso dei materiali, in armonia con il contesto lagunare e con i riferimenti tipologici e formali dell’architettura civile e produttiva veneziana. Le facciate land-side sono in mattoni a vista, quelle air-side sono ampie vetrate che oltre a dare illuminazione naturale agli ambienti regalano ai passeggeri in attesa l’ultima vista su Venezia, ampio uso di pietra d’Istria nelle opere di completamento interne, tipico degli edifici veneziani, come anche il rame delle coperture. Su fronte opere aeroportuali proprie, air-side, oltre all’ implementazione a Cat III, sono stati ampliati i parcheggi aeromobili, migliorate le vie di rullaggio, installata la rete delle alimentazioni energetiche di bordo, provveduto all’adeguamento alle disposizioni normative aeroportuali internazionali.

Committente

SAVE Aeroporto Marco Polo S.p.A.

Data

1997/2002

Importo

€ 51.848.000

Progetto

arch. Gian Paolo Mar