Biblioteca Europea Informazione e Cultura, Milano (Italia)

La Biblioteca Europea di Informazione e Cultura riprende spunti offerti dalla fisionomia delle maggiori biblioteche al mondo e si propone di rendere liberamente accessibile un vasto complesso di opere, tra le più importanti della cultura umanistica e scientifica, lungo un arco temporale che va dal mondo antico all’età contemporanea. Le informazioni sono corredate da strumenti e percorsi multimediali che permettono studi approfonditi e interdisciplinari. La nuova “BEIC” di Milano costituisce un efficace strumento di educazione alla lettura adeguato alle esigenze del XXI secolo. Sarà capace di soddisfare i bisogni di informazione, divulgazione e cultura di un’area metropolitana di oltre 7 milioni di cittadini e metterà a disposizione sale di lettura con 900.000 libri direttamente disponibili e altri 1.200.000 custoditi negli archivi sotterranei. I soggetti promotori dell’iniziativa sono il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lombardia, il Comune e la Provincia di Milano, l’Università degli studi e il Politecnico di Milano, l’Associazione “Milano Biblioteca del 2000” e la Fondazione Cariplo. La biblioteca sarà edificata nella zona est della città, nell’area dell’ex scalo ferroviario di Porta Vittoria.

Il lotto, di forma lineare, riprende il vecchio impianto della stazione. L’edificio si presenta come un blocco rettangolare di 36 metri con due bracci laterali che fungono da ingressi sui fronti est e ovest. Questi si connettono alla rete dei percorsi urbani mediante rampe che svolgeranno la duplice funzione di parco e forum urbano. I percorsi posti a nord consentono l’attraversamento anche dopo l’orario di chiusura della Biblioteca. Grandi finestre sui fronti est e ovest fanno da filtro tra l’interno della Biblioteca e il contesto urbano. Dall’atrio è possibile vedere tutti i dipartimenti delle gallerie soprastanti che si affacciano sul Forum e sono organizzate su tre livelli. Le sale lettura si trovano sul lato nord del Forum, mentre gli spazi di consultazione dei materiali, organizzati intorno a pozzi di luce, sono nel braccio est e sono connessi allo “Spazio Giovani”. Nell’interrato sono collocate le sale conferenze, il centro didattico, il media-forum e i parcheggi. I laboratori e gli uffici amministrativi sono situati nel corpo lineare che definisce il fronte a livello strada della Via Monte Ortigara.

Committente

Fondazione BEIC

Data

2006/07

Importo

€ 150.000.000

Progetto

olles & Wilson, Muenster (Germania)