Museo del tappeto Isola di S. Giorgio Maggiore, Venezia (Italia)

La Fondazione Cini di Venezia ha ricevuto in donazione una vasta collezione di tappeti che conta oltre 1330 unità ed è conosciuta per la varietà e il valore dei suoi pezzi. Questa grande opportunità di conservare e presentare al pubblico una così importante e cospicua collezione di diverse epoche e provenienti da ogni parte del mondo ha dato origine all’idea di trovare lo spazio per un Museo Veneziano del tappeto. Per esporli e conservarli sarà ristrutturato un edificio, già dedicato alla scuola navale, sito nell’Isola di S. Giorgio sul retro dell’omonima chiesa Palladiana.

Per visionare e apprezzare tappeti di tale pregio, con Michele De Lucchi, sono state inventate due “macchine espositive” che raccoglieranno 150 pezzi catalogati e distesi su cassetti orizzontali. Si tratta di due grandi contenitori con 75 cassetti orizzontali, ciascuno di dimensioni 5 x 3 metri, comandati direttamente dal visitatore che, con un “touch screen”, potrà chiamare a se il tappeto o la serie prescelta.

In questi ambienti è prevista un’atmosfera controllata e un’illuminazione a “temperatura di colore” prefissata, con raggi ultravioletti filtrati che garantiscano la miglior conservazione possibile. Un laboratorio di riparazione e controllo garantirà un ottimo livello di manutenzione di queste importanti opere che rappresentano una forma d’artigianato artistico tra le più raffinate.

L’immobile sarà rivestito con pannelli costituiti da un intreccio di lamine di metallo: titanio, acciaio, bronzo, ottone e altre leghe che, seguendo il principio della tessitura dei tappeti, forniranno anche un’attraente configurazione cromatica ai prospetti.

Committente

Fondazione Giorgio Cini

Data

2010

Importo:

n. d.

Progetto

aMDL – Arch. Michele De Lucchi