Recupero del Museo delle Civiltà all’EUR, Roma (Italia)

Il Museo delle Civiltà accorpa quattro grandi musei nazionali – “Preistorico Etnografico”, “Arti e Tradizioni popolari”, “Alto Medioevo” e “Arte Orientale” – e due collezioni – “Istituto italiano per l’Africa e l’Oriente” e “Istituto italiano per il medio ed estremo Oriente” – facendo della nuova istituzione uno dei grandi musei internazionali che valorizzano le testimonianze su identità e memoria dell’uomo

La sede del museo è il “Palazzo delle Scienze” progettato in occasione dell’Esposizione Universale Romana del 1942 dagli architetti Luigi Brusa, Gino Cancellotti, Eugenio Montuori, Alfredo Scalpelli, coordinati da Marcello Piacentini. Oltre al pregio architettonico, l’edificio è caratterizzato dalla presenza di opere decorative di grande rilievo, studiate appositamente per la sua destinazione originaria: la Mostra della Scienza Universale.

Obiettivo primario dell’intervento è la valorizzazione del patrimonio del Museo delle Civiltà attraverso la razionalizzazione delle funzioni, degli spazi, dei percorsi e delle sezioni espositive, a cui si aggiunge l’attività di studio e ricerca, altro obiettivo strategico del Museo, per trasformarlo in un polo di attrazione culturale locale, nazionale e internazionale. 

Il valore tecnico delle soluzioni progettuali, oltre agli aspetti squisitamente legati al restauro conservativo e all’allestimento museale, si sposa con gli aspetti di ecosostenibilità e di risparmio energetico.

Committente

Ministero Beni e Attività Culturali e Turismo

Data

2018 – In corso

Importo

n.d.

Progetto

ISOLARCHITETTI SRL