Restauro della Cattedrale di Bagrati, Kutaisi (Georgia)

La Cattedrale di Bagrati è un importante esempio di architettura medievale Georgiana. Risalgono al 1952 i primi studi archeologici e alcuni lavori di restauro. Dopo essere rimasta per secoli in rovina, nel 1994 venne inserita nell’elenco dei ”patrimoni dell’umanità” dell’UNESCO, insieme al Monastero di Gelati. Nel 2001 fu restituita alla Chiesa Ortodossa e Apostolica Georgiana, ritornando a essere utilizzata come luogo di culto. L’intervento di restauro della chiesa ha ricevuto nel 2013 il Premio Internazionale di restauro architettonico “Domus Restauro e Conservazione”.

Si tratta di un restauro di grande complessità, dove l’attenzione conservativa è coniugata con una rilevante qualità architettonica: l’indirizzo metodologico dell’architetto Bruno, ha modificato radicalmente l’impostazione dell’intervento precedente, ripresentando la volumetria originaria con forme e materiali contemporanei in un complesso rapporto tra “antico e nuovo”.

Committente

Governo locale con il patrocinio dell’UNESCO

Data

2011 – 2012

Importo

n. d.

Progettista

Arch. Andrea Bruno