Stadio “San Nicola”, Bari (Italia)

Lo Stadio San Nicola a Bari è il maggiore impianto sportivo della Puglia e il quarto stadio italiano. Sorge nella zona sud-ovest della città, in un’area di 533.000 mq ed ha una capienza di 58.270 persone. E’ stato edificato in occasione dei mondiali di calcio del 1990, quando la città di Bari venne scelta come una delle 12 sedi ospitanti. Venne inaugurato il 3 giugno 1990 in occasione della partita amichevole Bari Milan. La struttura, a forma di fiore, è costituita da 26 settori, chiamati da Renzo Piano “petali”, che garantiscono la funzione di sicurezza, in quanto ogni petalo è distanziato dall’altro da circa 8 metri. Questa separazione consente l’isolamento tra i tifosi dei diversi schieramenti, impedendo eventuali scontri.

La pista d’atletica  fu aggiunta successivamente. Avveniristica l’idea di diffondere l’impianto d’illuminazione lungo tutto il perimetro della copertura, cosa che permette al “San Nicola” di essere l’unico stadio al mondo privo di ombre sul campo durante le partite in notturna. La struttura viene chiamata infatti “l’astronave” per la sua particolare forma che diventa magica con l’illuminazione serale. La copertura dello stadio è in acciaio, acciaio inossidabile e teflon e protegge gli spettatori dalla pioggia, ma soprattutto dai raggi solari pomeridiani.

Committente

Consorzio Bari ‘90

Data

1987/90

Importo

€ 51.645.689

Progetto

RPBW – Arch. Renzo Piano