Fiere

Padiglione Zero Expo 2015

Milano | Italia

PROJECT DETAILS

Città
Milano
Paese
Italia
Cliente
Fiera Milano S.p.A.
Progetto architettonico
AMDL CIRCLE
Periodo
2013-2015
Importo delle opere
32.000.000 €
Servizi forniti
Progettazione strutture | Coordinamento sicurezza
Settore
Fiere
Dimensioni
9.000 mq
Tecnica costruttiva
carpenteria metallica e rivestimento in legno

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita

Nel 2015 Milano è sede dell’Esposizione Universale, interamente dedicata alle tematiche legate all’alimentazione. Obiettivo quello di insegnare come meglio nutrire il Pianeta e di sviluppare energia per la vita.
Ad introdurre il tema dell’evento è idealmente il Padiglione Zero, progettato dall’Arch. Michele De Lucchi, primo edificio che si incontra nella visita a Expo 2015 arrivando dagli ingressi ovest. È concepito come una porzione di crosta terrestre, ordinatamente tagliata e sollevata, che invita a entrare in profondità per scoprire i segreti del pianeta.

Il Padiglione Zero è portale d’accesso, luogo di accoglienza e introduzione all’esposizione. Il volume è trattato come un insieme di colline. Otto coni di diverse dimensioni che si compenetrano come un vero e proprio territorio naturale. La copertura segue l’andamento delle curve di livello evidenziando i gradoni di legno.

Il guscio interno

Copertura ed elementi verticali sono stati realizzati in acciaio zincato e assemblati con giunti semplici bullonati. I coni che costituiscono la copertura sono di due tipologie, una con diametro di 85 m e altezza 26 m e l’altra con diametro di 45 m e altezza 22 m.
La geometria del progetto ha suggerito l’utilizzo di travi reticolari disposte a raggiera per la realizzazione della superficie inclinata. Le travi in alcuni casi arrivano fino a terra e in altri si fissano alle travi di bordo, che sono a loro volta sostenute da pilastri in acciaio.

Un sistema costruttivo veloce da montare e smontare

Il padiglione è stato ideato per essere utilizzato, disassemblato e riutilizzato.
Il carattere temporaneo ha dettato la scelta di un sistema costruttivo che riducesse l’incidenza delle lavorazioni in cantiere, attraverso l’impiego di elementi modulari, di facile montaggio e smontaggio. L’uso dell’acciaio zincato montato a secco ha permesso di accorciare i tempi di cantiere, oltre a garantire un impatto positivo sull’ambiente, in quanto completamente riciclabile.
L’assito che riveste la copertura, disposto a scalinate, è in legno di abete, così come il rivestimento di facciata.

Progetti relazionati

Milan Ingegneria SpA

info@buromilan.com
stampa@buromilan.com
C.F. / P.I. 08122220968
C.D. M5UXCR1

Milano

Via Thaon di Revel, 21
20159 Milano — Italia
T +39 0236798890

Venezia

Santa Croce 458/A
30135 Venezia — Italia
T +39 041 5200158