Restauro e conservazione

Restauro della Basilica Palladiana

Vicenza | Italia

PROJECT DETAILS

Città
Vicenza
Paese
Italia
Cliente
Comune di Vicenza
Progetto architettonico
P. Marconi, S. Perez Arroyo, E. Vassallo, A. Donadello
Periodo
2003-2012
Importo delle opere
15.000.000 €
Servizi forniti
Progettazione strutture | Direzione lavori | Coordinamento sicurezza
Settore
Restauro e conservazione
Dimensioni
1.150 mq
Tecnica costruttiva
calcestruzzo armato, legno lamellare

Il simbolo della città di Vicenza

La Basilica Palladiana, simbolo della città di Vicenza e patrimonio dell’UNESCO, deve il proprio nome al grande maestro Andrea Palladio che riprogettò il preesistente Palazzo della Ragione, risalente all’epoca gotica, aggiungendo il celebre loggiato a serliane in marmo bianco.
La caratteristica copertura a carena di nave rovesciata, rivestita da lastre in rame, è stata ricostruita durante le fasi di restauro concluse nel 2012, riportandola allo stato originario, precedente alla ricostruzione del dopoguerra.

Nel corso dell’ultimo conflitto mondiale la Basilica Palladiana fu bombardata e gravemente danneggiata e la copertura originale fu ricostruita nell’immediato dopoguerra, con tecniche costruttive che a lungo andare hanno mostrato le proprie fragilità. Nel 2007 sono iniziati i lavori di restauro con l’obiettivo di arrestare i processi di degrado in atto, pur rispettando la monumentalità e i valori architettonici dell’edificio, e ripristinare l’immagine originaria della basilica.

Il restauro della Basilica

La parte più complessa del lavoro è stata la rimozione degli archi portanti della carena di copertura. Prima dell’inizio dei lavori è stata effettuata un’approfondita campagna d’indagine, che ha consentito di accertare il reale stato delle strutture, anche in funzione delle scelte progettuali che avrebbero dovuto tener conto della nuova normativa antisismica.
Gli archi preesistenti realizzati in calcestruzzo armato, sono stati sostituiti da elementi più leggeri in legno lamellare, mentre il rivestimento esterno di rame e il tavolato di legno sono stati interamente recuperati e riposti in opera.

La terrazza di copertura sul lato di Piazza delle Erbe è stata consolidata.
Le facciate sono state ripulite dai segni delle intemperie e del tempo, e alcuni solai sono stati sostituiti. Le strutture murarie e le volte in mattoni sono state curate con “cuci e scuci”, laddove le fessurazioni le avevano intaccate, creando problemi per la loro stabilità. Nuovi impianti tecnologici, un vano scale, un ascensore e vani tecnici nell’interrato hanno reso più confortevoli l’accesso e la permanenza nei locali, e una nuova caffetteria completa l’opera.
Il progetto, oltre ad arrestare i processi di degrado con il consolidamento strutturale ed il restauro degli elementi danneggiati, ha stabilito la riqualificazione ed il recupero funzionale dell’intero complesso della Basilica comprendente la Torre del Tormento, la Domus Commestabilis e la Corte dei Bissari. I lavori eseguiti nel rispetto della monumentalità e dei valori storici ed architettonici hanno restituito alla città di Vicenza e all’umanità intera una delle opere più importanti di Andrea Palladio.

Progetti relazionati

Milan Ingegneria SpA

info@buromilan.com
stampa@buromilan.com
C.F. / P.I. 08122220968
C.D. M5UXCR1

Milano

Via Thaon di Revel, 21
20159 Milano — Italia
T +39 0236798890

Venezia

Santa Croce 458/A
30135 Venezia — Italia
T +39 041 5200158